The best bookmaker bet365

Дървен материал от www.emsien3.com

Cittadini si diventa

Postato in Eventi

La finalità è quella di migliorare la qualità della vita dei bambini, riconoscendo e realizzando i loro diritti per costruire comunità migliori oggi ed in futuro. Il concetto di Città Amica, non si basa su uno stato ideale od un modello standardizzato. E’ un programma d’azione per l’attuazione di “nove passi” che coinvolge tutti gli aspetti della gestione amministrativa, dell’ambiente e dei servizi, rendendo partecipi i bambini stessi e le famiglie, la scuola e tutti coloro che hanno un ruolo nella loro vita. Tale strategia prevede di creare un legame profondo tra i giovani cittadini, il territorio e l’ambiente esterno e interno alla scuola in cui essi vivono con l’obiettivo di sperimentare concretamente il processo di cittadinanza attiva. I nove passi per l’attuazione delle azioni del progetto sono:

1. La partecipazione delle bambine e dei bambini: promuovere un coinvolgimento attivo dei bambini nelle questioni che li riguardano; ascoltare le loro opinioni e tenerne conto nei processi decisionali. (Art.12 della Convenzione)

2. Un quadro legislativo amico delle bambine e dei bambini: assicurare un insieme di leggi, norme e procedure che promuovano e proteggano i diritti di tutti i bambini.

3. Una Strategia per i diritti dell'infanzia in città: sviluppare una strategia dettagliata e comprensiva, un'agenda per la costruzione di una Città amica delle bambine e dei bambini fondata sulla Convenzione sui diritti dell'infanzia.

4. Un'unità di intervento o un meccanismo di coordinamento per i diritti dell'infanzia: sviluppare strutture permanenti di governo locale per assicurare un'attenzione prioritaria alla prospettiva dei bambini.

5. Una valutazione e un'analisi dell'impatto sull'infanzia: attuare un processo sistematico per analizzare l'impatto sull'infanzia di leggi, politiche e prassi - prima, durante e dopo l'attuazione.

6. Un bilancio dedicato all'infanzia: assicurare un impegno adeguato di risorse e un'analisi finanziaria a favore dell'infanzia.

7. Un regolare Rapporto sulla condizione dell'infanzia in città: assicurare un monitoraggio e una raccolta di dati in merito alla condizione delle bambine e dei bambini e dei loro diritti.

8. La diffusione di una conoscenza sui diritti dell'infanzia: assicurare la conoscenza dei diritti dell'infanzia da parte di adulti e bambini.

9. Un'istituzione indipendente per l'infanzia: sostenere le Organizzazioni non governative e le istituzioni indipendenti che difendono e garantiscono i diritti umani - un garante o un commissario per l'infanzia -per promuovere i diritti dei bambini. Con la scuola ci coordineremo in particolar modo con il passo 6: Una strategia cittadina per l’infanzia in coordinamento con il programma Costruire Città Amiche delle bambine e dei bambini.

 

Online bookmaker Romenia betwin365.webs.com